Kitchen essentials: utensili da cucina indispensabili

utensili da cucina indispensabili

L’articolo di oggi sarà un po’ diverso dai soliti, rimarremo in tema cibo ma non prepareremo una ricetta, a grande richiesta vi faccio una lista degli utensili da cucina indispensabili 🙂

Sul blog trovate anche l’articolo dedicato agli elettrodomestici indispensabili

Vi suggerirò solo utensili e marche che conosco/utilizzo oppure ho utilizzato, tenete poi conto che i miei sono consigli, non obblighi di acquisto né promozioni sponsorizzate 🙂

Vi metto il link affiliato ad Amazon per comodità di ricerca, se acquistate attraverso questi Amazon mi riconosce una piccola percentuale sulla vendita (voi non pagate assolutamente niente in più). Diciamo che può essere un modo per farmi capire se apprezzate il mio lavoro e per supportare la produzione di contenuti futuri.

Utensili da cucina indispensabili

Di questi utensili da cucina non potete davvero fare a meno, che cuciniate poco o che viviate tra i fornelli come me. Tranquilli, non spenderete una follia e avrete il minimo necessario per non tagliarvi e non sprecare.

Coltelli e taglieri 

utensili da cucina

Partiamo dalla base. Una delle azioni che più o meno compiamo tutti nelle nostre cucine è tagliare i vari ingredienti che serviranno per la ricetta.

Per tagliare servono essenzialmente due cose: coltello e tagliere. Utilizzare gli utensili giusti ci consentirà di sporcare meno e, soprattutto, di rischiare meno di tagliarci o combinare guai. Del resto, voi volete tagliare la frutta, non le vostre mani, no? 😉

Di coltelli, quando siamo in una cucina di casa ne bastano tre/quattro:

1. un coltellino piccolo

2. un ‘trinciante‘ grande

3. un coltello seghettato per pane, alimenti ‘coriacei’ (melanzane..) e acidi (agrumi, pomodori)

4. se proprio, anche un coltello da sfiletto per pesce o uno da disosso carne

Alcuni consigli utili per i coltelli

  1. No coltelli sparsi nei cassetti: si rompono loro e vi aprite una mano voi. Meglio ceppo (con fondo in gommapiuma per salvare la punta) o magneti alla parete.
  2. Lavate i coltelli subito dopo l’uso, non lasciateli sporchi, si rovinano. Lavate e asciugate bene. 
  3. Teneteli affilati, l’acciaino rifila, la pietra affila. Se non sapete farlo portateli dal macellaio o in ferramenta e fate fare a loro.
  4. La marca non è fondamentale, l’importante è saper tagliare e usare il tipo di coltello giusto. Poi, certo, se siete appassionati o volete farvi un regalo che duri nel tempo optate per brand validi (es. Dick, Victorinox, Global, Kai, Wusthof) 👌🏻

Taglieri

Per quanto riguarda i taglieri, invece, per motivi igienico-sanitari sarebbe consigliato utilizzare più di un tagliere e destinare ognuno a una preparazione. Cosa significa?

Avere:

1. un tagliere per la carne

2. un tagliere per il pesce

3. un tagliere per le verdure

4. un tagliere per pane e cose meno ” rischiose”

Il minimo che vi consiglio è due: uno per la carne e il pesce che SUBITO DOPO qualsiasi utilizzo vanno piazzati in lavastoviglie con programma sanifica e uno per frutta e verdura.

L’ideale sarebbe destinare a ogni tipologia di alimento un tagliere con un colore di riferimento, così li riconoscete sempre e non li scambiate.

So che può sembrare esagerato ma vi assicuro che quando si tratta di tagli e manipolazione alimenti il rischio è sempre dietro l’angolo. Mai sentito parlare di contaminazione crociata?!

Qui trovate consigli di acquisto su coltelli e taglieri

Pelapatate

Sapete quanti usi può avere il pelapatate?

Ovviamente può servirvi a pelare patate, carote e tutti gli altri ortaggi (zucca compresa!), ma anche per tagliare. Volete realizzare sottili strisce di verdura per fare degli involtini con robiola?

Usate il pelapatate! Ricaverete fette di zucchina, carota, zucca e anche patate.

Utilizzare un pelapatate piuttosto che un coltello diminuirà lo spreco (pensate a quanta polpa buttate via pelando una pera col coltello piuttosto che con il pelapatate) e sarà anche meno rischioso.

Qui il modello che ho io

Mandolina

utensili da cucina

Questo è sicuramente il mio must in cucina!

Dopo l’intervento alle mani è stato difficile riprendere a tagliare grandi quantità di verdura, ancora oggi faccio fatica. La mandolina, o affetta verdure, mi ha aiutato tantissimo.

E’ un utensile da cucina semplice e poco ingombrante, si lava in lavastoviglie senza problemi e permette di tagliare in modo molto preciso, anche sottilmente

E’ solitamente dotata di più lame, perciò potete semplicemente affettare (con tutti gli spessori desiderati) ma anche fare a cubetti senza utilizzare un coltello!

Potete utilizzare una trama zigrinata e realizzare delle chips di patate, potete grattugiare tutte le verdure.

La mia mandolina viene dal mercato (regalo della Nonna), ma ne ho trovata una valida online.

Frusta

utensili da cucina

Nel caso abbiate le fruste elettriche la frusta non vi servirà, altrimenti non potete trascurarla.

La besciamella che avete preparato è grumosa? La crema pasticcera non è bella liscia? Vi serve la panna montata per un dolce?

La frusta vi aiuterà a montare, sbattere e rendere omogenea qualsiasi cosa. Costa pochissimo e torna utile in tantissime occasioni.

Vi consigli, peraltro, di comprare un set di fruste, una in più fa sempre comodo!

Spatola (leccapentole o marisa)

Una cosa che non sopporto in cucina è sprecare. Avete mai fatto caso a quanto cibo sprechiamo perché non puliamo bene le pentole?

Pensate alla pentola della crema pasticcera. Dopo averla versata in una ciotola e aver tolto il più possibile dai bordi mettiamo la pentola a lavare. Eppure c’è ancora tanta crema!

Utilizzando la spatola, o marisa o leccapentole (non a caso), rimuoveremo tutti i residui e non sprecheremo nulla.

Il leccapentole è utilissimo per svuotare i barattoli (specie quello della crema di nocciole) ma anche per mescolare delicatamente i composti e inglobare aria.

Le uniche valide su Amazon sono queste, le altre si distruggono subito! Potete anche optare per spatole di qualità prese in negozi specializzati, oppure le famosissime spatole IKEA!

Bilancia

Di base la consiglio a tutti per il semplice fatto che, al giorno d’oggi, è indispensabile pesare gli alimenti, per questioni economiche e nutrizionali. Una bilancia semplice ed economica come questa sarà essenziale per sapere cosa e quanto mangiamo.

Aggiungo che se siete aspiranti pasticceri non potete non avere una bilancia. Il classico “q.b.” della Nonna che va “a occhio” funziona solo per le Nonne, devo dirvelo.

Bilancina economica ma performante

Grattugia microplane

E voi penserete <<e che cavolo è?!>>.

E’ una grattugia molto fine che vi consentirà di ricavare la scorza di tutti gli agrumi senza che sembri amara.

Devo dirvelo, grattugiare arance e limone con la grattugia da formaggio non è mai una buona idea. Coi suoi fori grossi e poco affilati preleverete anche la parte bianca dell’agrume, detta alveo, amarissima e darete un gusto spiacevole alle vostre preparazioni.

Con la grattugia microplane prenderete solo la ‘zesta’, o scorza buona, e potrete usarla anche per grattugiare il cioccolato sul dolce o per il formaggio.

Qui il modello che ho io.

Un di più rispetto agli utensili da cucina indispensabili

Qui facciamo un passettino in più e cominciamo a guardare oltre gli utensili da cucina indispensabili, andiamo verso i “non essenziali ma molto utili”. Insomma, quelli che possono semplificarci molto la vita e aiutarci a realizzare piatti sempre più belli e creativi.

Mattarello e tagliere di legno

Gli usi sono infiniti: fare la pasta e tirarla, preparare la frolla per la crostata, rompere i biscotti per la cheesecake. Mentre all’inizio potevate permettervi di stendere la frolla con il rotolo della pellicola trasparente, ora che volete partecipare a Masterchef dovete pretendere di più da voi stessi.

Non servono spianatoia e ‘canèla’ da Rezdora, bastano un modesto tagliere e un mattarello di medie dimensioni per fare un po’ tutto. Ovviamente tirare un impasto, ma anche schiacciare, arrotolare, impastare.

E mi raccomando, non impastate sul tavolo di legno della cucina o sul tagliere della carne/del pesce.

Ecco:

1. mattarello e tagliere

2. retina per seccare la pasta

Coppapasta

Sì, lo so che potete benissimo usare un bicchiere ma per caso avete i bicchieri quadrati?!

Il coppapasta serve sì per tagliare, per realizzare biscotti, tartellette e altre cose, ma anche per servire e mantenere la forma.

Vi piacerebbe preparare un uovo all’occhio di bue bello tondo e non con una forma indefinibile? Rompere l’uovo in padella dentro a un coppapasta tondo vi aiuterà.

Qui il modello che ho io

Dovete sapere che, quando ho pensato di scrivere questo articolo e quello sugli elettrodomestici, mi sono ripromessa che vi avrei consigliato solo gli utensili da cucina indispensabili, senza esagerare come mio solito.

Beh, ve ne sarete accorti, mi sono un po’ fatta prendere la mano e ne ho scritti più del dovuto. Meglio, no? Così vi do più spunti e avete più scelta per i regali a un appassionato di cucina 🙂

Trovate questi e altri utensili utili (e di qualità) qui: Vetrina Amazon.

Se sei finito qui c’è sicuramente un BUON motivo!

Ogni ricetta, ogni articolo, ogni guida su questo sito è provata/scritta da me quindi, nel caso tu li trovi utili o interessanti, condividili con chi vuoi 🙂

Se ti va puoi seguirmi anche sui Social (Instagram, Facebook, Youtube, Pinterest) e se provi una ricetta o segui un mio consiglio taggami, così potrò saperlo! Per me significa molto!

Inoltre, per rimanere sempre aggiornato su ricette, guide di viaggio e non solo, iscriviti alla Newsletter. Riceverai solo un’email a settimana, ricca di interessanti contenuti da guardare e leggere 🙂

SCOPRI ALTRI ARTICOLI
imparare a cucinare

Carlotta Lolli Chef

Mi chiamo Carlotta, sono nata a Marzo e amo la natura in tutte le sue forme. Lavoro come Chef a domiciliopreparo torte artigianali e “sforno” anche contenuti digitali per il mio blog o per le aziende.

Dal Blog

Ultimi articoli