Risotto ai carciofi con olio extravergine d’oliva

In tempo di carciofi è inevitabile avere voglia di risotto ai carciofi! Ma anche in qualsiasi altro periodo, vero?!

Però, noi che siamo bravi, rispettiamo le stagioni e ci godiamo i carciofi solo in questo periodo! Ecco, quindi, un signor risotto!

Risotto ai carciofi

risotto ai carciofi

Ingredienti -per due persone-

140 g di riso Carnaroli o Arborio

5 carciofi freschi

Mezzo limone

Uno spicchio d’aglio

Olio extravergine d’oliva Spinosanto q.b.

Sale fino, pepe nero q.b.

Acqua calda q.b.

Mezzo bicchiere di vino bianco secco

Parmigiano Reggiano grattugiato q.b.

Procedimento

Cominciamo pulendo i carciofi: togliamo le brattee (foglie) esterne fino a raggiungere quelle più colorate e morbide. Non esageriamo, non dobbiamo ridurre il fiore a un carciofino!

Peliamo leggermente anche il gambo e tagliamo la punta del carciofo (la parte alta delle foglie). Di tanto in tanto passiamo il carciofo con il mezzo limone, così da evitare l’annerimento.

Dividiamolo poi in quattro e da ogni pezzo togliamo la ‘barbetta’ con un coltellino. Una volta puliti conserviamo i carciofi in acqua leggermente acidulata col limone o con aceto bianco.

Ho anche girato un video sui carciofi, l’hai visto?

E le foglie ‘scartate’? E il gambo scartato?

Non si buttano!! Li utilizziamo per fare un brodo di cottura mettendoli a bollire con acqua calda, dopodichè potremo anche frullarli, setacciare e mangiarli sotto forma di passato!

Io sono molto attenta agli sprechi in cucina, hai visto la sezione senza sprechi?

Intanto scaldiamo una casseruola e ci prepariamo a tostare il riso. Dovremo farlo a secco -senza grassi- per qualche minuto, finchè diventerà bello caldo. Poi potremo sfumare col vino bianco e aggiungere aglio e carciofi tagliati.

Dopo averli rosolati leggermente possiamo aggiungere il brodo ai carciofi e iniziare la cottura, aggiungendo anche una presa di sale. Continuate ad aggiungere brodo fino a poco sopra il livello del riso e tenetelo bello morbido.

Dopo circa 15 minuti il risotto dovrebbe essere pronto per la mantecatura: possiamo quindi unire un generoso filo d’olio evo Spinosanto, una grattugiata di Parmigiano Reggiano, sale e pepe nero quanto basta. Giriamo energicamente con un mestolo, aggiungiamo un po’ di brodo per renderlo cremoso e siamo pronti per impiattare!

Semplice ma super efficace!

Se sei finito qui c’è sicuramente un BUON motivo!

Ogni ricetta, ogni articolo, ogni guida su questo sito è provata/scritta da me quindi, nel caso tu li trovi utili o interessanti, condividili con chi vuoi J

Se ti va puoi seguirmi anche sui Social (Instagram, Facebook, Youtube, Pinterest) e se provi una ricetta o segui un mio consiglio taggami, così potrò saperlo! Per me significa molto!

Inoltre, per rimanere sempre aggiornato su ricette, guide di viaggio e non solo, iscriviti alla Newsletter. Riceverai solo un’email a settimana, ricca di interessanti contenuti da guardare e leggere 🙂

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*