Risotto ai carciofi con olio extravergine d’oliva

In tempo di carciofi è inevitabile avere voglia di risotto ai carciofi! Ma anche in qualsiasi altro periodo, vero?! Però, noi che siamo bravi, rispettiamo le stagioni e ci godiamo i carciofi solo in questo periodo! Ecco, quindi, un signor risotto!

Risotto ai carciofi

risotto ai carciofi

Ingredienti -per due persone-

  • 140 g di riso Carnaroli o Arborio
  • 5 carciofi freschi
  • Mezzo limone
  • Uno spicchio d’aglio
  • Olio extravergine d’oliva Spinosanto q.b.
  • Sale fino, pepe nero q.b.
  • Acqua calda q.b.
  • Mezzo bicchiere di vino bianco secco
  • Parmigiano Reggiano grattugiato q.b.

Procedimento

  1. Cominciamo pulendo i carciofi: togliamo le brattee (foglie) esterne fino a raggiungere quelle più colorate e morbide. Non esageriamo, non dobbiamo ridurre il fiore a un carciofino!
  2. Peliamo leggermente anche il gambo e tagliamo la punta del carciofo (la parte alta delle foglie). Di tanto in tanto passiamo il carciofo con il mezzo limone, così da evitare l’annerimento.
  3. Dividiamolo poi in quattro e da ogni pezzo togliamo la ‘barbetta’ con un coltellino. Una volta puliti conserviamo i carciofi in acqua leggermente acidulata col limone o con aceto bianco.
  4. Ho anche girato un video sui carciofi, l’hai visto?

E le foglie ‘scartate’? E il gambo scartato?

Non si buttano!! Li utilizziamo per fare un brodo di cottura mettendoli a bollire con acqua calda, dopodichè potremo anche frullarli, setacciare e mangiarli sotto forma di passato!

Io sono molto attenta agli sprechi in cucina, hai visto la sezione senza sprechi?

  1. Intanto scaldiamo una casseruola e ci prepariamo a tostare il riso. Dovremo farlo a secco -senza grassi- per qualche minuto, finchè diventerà bello caldo. Poi potremo sfumare col vino bianco e aggiungere aglio e carciofi tagliati.
  2. Dopo averli rosolati leggermente possiamo aggiungere il brodo ai carciofi e iniziare la cottura, aggiungendo anche una presa di sale. Continuate ad aggiungere brodo fino a poco sopra il livello del riso e tenetelo bello morbido.
  3. Dopo circa 15 minuti il risotto dovrebbe essere pronto per la mantecatura: possiamo quindi unire un generoso filo d’olio Spinosanto, una grattugiata di Parmigiano Reggiano, sale e pepe nero quanto basta. Giriamo energicamente con un mestolo, aggiungiamo un po’ di brodo per renderlo cremoso e siamo pronti per impiattare!

Semplice ma super efficace!

Se sei qui c'è sicuramente un buon motivo

Se provi una ricetta fammi sapere cosa ne pensi, scrivimi via email o taggami sui social :)

Dai una sbirciata al mio mondo?

Video corsi

ebook di cucina

chef a domicilio

Vuoi imparare a cucinare con me?

chef a domicilio modena

Carlotta Lolli

Mi chiamo Carlotta e sono una Chef Digitale: di fatto lavoro come cuoca a domicilio  ma sforno anche contenuti digitali per i miei canali e aziende del settore food.

Altri articoli dal blog

chef a domicilio

ebook di cucina

Video corsi