fbpx

Ricetta delle tigelle o, meglio, crescentine!

ricetta delle tigelle

e crescentine, conosciute ai più come tigelle, sono focaccine/paninetti tipici del territorio bolognese e modenese. Si servono solitamente con salumi, formaggi e conserve di vario tipo; insieme al gnocco fritto sono il tipico mangiare contadino, diventato oggi molto popolare nei ristoranti.

Fra poco prepareremo insieme la ricetta delle tigelle, prima però facciamo chiarezza 😉

Cos’è la tigella?

Di fatto, il nome tigella indica un disco di terracotta o uno stampo di terracotta in cui, anticamente, venivano cotte le crescentine. Al giorno d’oggi, a parte nelle case di qualche modenese tradizionalista, le tigelle non vengono utilizzate, spesso si espongono in casa come simbolo della nostra tradizione e motivo d’orgoglio, ma molti sono passati a moderne piastre da cottura.

Ricetta delle tigelle o crescentine

ricetta delle tigelle

INGREDIENTI (per circa 30 tigelle medie)

1 kg di farina 00 -deve essere una farina debole (povera in proteine), se vi piace integrale potete fare 700g di 00 e 300g di integrale-

15 g di lievito di birra fresco -o 4,5 di lievito di birra secco attivo-

300g di latte vaccino

300g di acqua gasata 

5g di zucchero (o meglio malto)

90 g di strutto di maiale -oppure 100g burro o 90g di olio-

20 g di sale fino

PROCEDIMENTO

Comincia la poesia con la classica spianatoia: formiamo una fontana con la farina sul tagliere, avendo cura di creare un buco largo al centro. Sciogliamo il lievito nel latte con lo zucchero, lo uniamo all’acqua e versiamo gradualmente i liquidi al centro della spianatoia. Dall’esterno all’interno uniamo farina e acqua, impastiamo formando dei cerchi. Incorporiamo tutti i liquidi nella farina, poi aggiungiamo lo strutto e il sale.

Via che si impasta, non troppo però, quel quanto basta per ottenere una pagnotta liscia e omogenea. Una volta finito di impastare si lascia lievitare per circa 3-4 ore prima di “tirare”, in un luogo non troppo caldo. D’estate meglio il frigo per più ore (anche 8-10), in inverno il forno spento con luce accesa, in autunno e primavera la cucina va bene.

A questo punto siamo a un bivio: tradizione o innovazione? A voi la scelta!

Tradizione: tiriamo l’impasto a mo’ di “cordone”, lo dividiamo in tanti tocchetti grandi un po’ più che una noce e li arrotondiamo, ovvero li giriamo tra le mani per renderli palline lisce.

Da ogni pallina, servendoci del mattarello (la canèla in dialetto), ricaviamo dei dischetti. Basta stendere la pallina e girarla per appiattire tutti i lati in egual modo.

Innovazione: si prende l’impasto e, servendosi sempre della canèla, si stende a uno spessore di circa 5 mm; si lascia riposare per qualche minuto poi si “coppa” utilizzando un bicchiere o un cerchio da circa  7 cm di diametro.

Le crescentine si cuociono negli appositi stampi (tigelle) o nella tigelliera (in alluminio da fornello o l’elettrodomestico vero e proprio), ricordandosi di girarle!

E ora come le mangiamo?

  1. Semplici, appena cotte e vuote;
  2. farcite con formaggi e salumi (Prosciutto crudo e Stracchino, lardo e Parmigiano, Ciccioli, Mortadella…);
  3. farcite con ricotta fresca e “amarene fritte” (spadellate con lo zucchero);
  4. accompagnate con pollo alla cacciatora o un umido in generale;
  5. farcite con marmellate, confetture o cioccolata.

Se provi la ricetta delle tigelle della Nonna Marisa faccelo sapere 😉

Ogni ricetta, ogni articolo, ogni guida su questo sito è provata/scritta da me quindi, nel caso tu li trovi utili o interessanti, condividili con chi vuoi.

Se ti va puoi seguirmi anche sui Social (Instagram, Facebook, Youtube, Pinterest) e se provi una ricetta o segui un mio consiglio taggami, così potrò saperlo! Per me significa molto!

Inoltre, per rimanere sempre aggiornato su ricette, guide di viaggio e non solo, iscriviti alla Newsletter. Riceverai solo un’email a settimana, ricca di interessanti contenuti da guardare e leggere 🙂

SCOPRI ALTRI ARTICOLI
ciambelle alla zucca

Ciambelle alla zucca al forno o fritte, soffici e profumate

Per il primo anno della mia vita, non ho esultato come una matta quando ho sentito arrivare l’autunno, almeno non subito! Quando Ottobre ha bussato alla porta, però, sono entrata perfettamente nel mood autunnale e adesso castagne, zucca, melograno a go-go. Ottobre è il mese in cui la zucca comincia

pasta con crema di anacardi

Pasta con crema di anacardi, una cacio e pepe vegan

Quasi 9 anni di blog e di progetti, queste pagine, ne hanno visti passare! Aziende e colleghi che sono passati solo per un saluto, amici e belle collaborazioni che sono rimaste nel tempo. Da qualche settimana, come vi ho anticipato su Instagram, ho ripreso la collaborazione con Chico Mendes Modena,

clafoutis di ciliegie

Clafoutis di ciliegie di Vignola, il dolce dell’estate

Ahhh le prime ciliegie, quanto le aspettavo! Resistere alla tentazione di mangiarle per preparare un dolce è difficile ma vi assicuro che questo clafoutis di ciliegie merita di essere provato! La stagione di raccolta delle ciliegie va da fine Maggio a inizio Luglio, cosa che sapete se avete tra le

imparare a cucinare

Carlotta Lolli Chef

Mi chiamo Carlotta, sono nata a Marzo e amo la natura in tutte le sue forme. Lavoro come Chef a domiciliopreparo torte artigianali e “sforno” anche contenuti digitali per il mio blog o per le aziende.

Dal Blog

Ultimi articoli

ciambelle alla zucca
Autunno
Carlotta

Ciambelle alla zucca al forno o fritte, soffici e profumate

Per il primo anno della mia vita, non ho esultato come una matta quando ho sentito arrivare l’autunno, almeno non subito! Quando Ottobre ha bussato alla porta, però, sono entrata perfettamente nel mood autunnale e adesso castagne, zucca, melograno a go-go. Ottobre è il mese in cui la zucca comincia

Leggi di più
pasta con crema di anacardi
Chico Mendes Modena
Carlotta

Pasta con crema di anacardi, una cacio e pepe vegan

Quasi 9 anni di blog e di progetti, queste pagine, ne hanno visti passare! Aziende e colleghi che sono passati solo per un saluto, amici e belle collaborazioni che sono rimaste nel tempo. Da qualche settimana, come vi ho anticipato su Instagram, ho ripreso la collaborazione con Chico Mendes Modena,

Leggi di più
clafoutis di ciliegie
Classici della pasticceria
Carlotta

Clafoutis di ciliegie di Vignola, il dolce dell’estate

Ahhh le prime ciliegie, quanto le aspettavo! Resistere alla tentazione di mangiarle per preparare un dolce è difficile ma vi assicuro che questo clafoutis di ciliegie merita di essere provato! La stagione di raccolta delle ciliegie va da fine Maggio a inizio Luglio, cosa che sapete se avete tra le

Leggi di più