fbpx

Pesto di foglie di rapanelli, 100% senza sprechi

pesto di foglie di rapanelli

Risale a 6 anni fa la prima versione di questa ricetta che ho realizzato per il blog, forse qualcuno la ricorda: pesto con foglie di carota. Negli anni l’ho provata con “foglie” diverse e oggi ve la propongo in una versione ancora più insolita, meno navigata sul web: pesto di foglie di rapanelli!

Sappiate, comunque, che potete usare la base con le foglie che preferite, viene benissimo con quelle di carota, rapanelli, sedano, borragine, barbabietola, rucola, spinacini e via così.

Tutte queste foglie si possono anche consumare in insalata, crude (sono BUONISSIME) o spadellare con aglio olio e peperoncino. Altrimenti, si possono usare nei ripieni della pasta o di torte salate, qualsiasi cosa purché non le sprechiate 🙂

Prima che passiate alla ricetta del pesto, c’è anche la versione video con tanto di capatina nell’orto!

Pesto di foglie di rapanelli

pesto di foglie di rapanelli

INGREDIENTI

200 g di foglie di rapanelli

60 g di Pecorino Romano o Parmigiano Reggiano

60 g di frutta secca a scelta

Un pizzico di sale, olio evo q.b.

 

PROCEDIMENTO

Laviamo accuratamente le foglie di rapanello o altra verdura e le asciughiamo o strizziamo.

Facciamo bollire dell’acqua in una pentola con un pugno di sale grosso, a bollore “buttiamo” le foglie e le sbollentiamo per pochi minuti, quanto basta per ridurne il volume e fissarne il colore. Dopo 10-15 secondi scoliamo e raffreddiamo in acqua e ghiaccio.

Vi dirò che la cottura si può anche evitare, si può fare un pesto con le foglie di rapanello (e non solo) crude, ma la cottura le rende più facili da frullare e fissa il colore. 

Strizziamo bene e mettiamo tutto nel frullatore con frutta secca e formaggio. Iniziamo a frullare aggiungendo un po’ di acqua di cottura, se necessaria, e un bel filo d’olio evo. Dovremo ottenere un composto omogeneo e cremoso, servirà qualche minuto.

Qualsiasi pesto di foglie si conserva in frigorifero anche fino a 4-5 giorni, se ben chiuso in vasetti o contenitori ermetici. In freezer dura anche due mesi, idem sottovuoto!

E’ ottimo con la pasta, sulle bruschette e come salsa per le verdure, il pesce e la carne.. Insomma, è buono con tutto, fa bene ed evita gli sprechi!! #cucinosenzasprechi

pesto di foglie di rapanelli

Se sei finito qui c’è sicuramente un BUON motivo!

Il tuo sostegno è prezioso per Magna e Tes perciò, se ti va, seguimi sui Social (Instagram, Facebook, Youtube, Pinterest) e condividi gli articoli che ti piacciono. E se hai dubbi o vuoi dirmi com’è venuta la ricetta, lascia un commento qui sotto!

Inoltre, per rimanere sempre aggiornato su ricette, guide di viaggio e non solo, iscriviti alla Newsletter di Magna e Tes. Riceverai solo un’email al mese, ricca di interessanti contenuti da guardare e leggere 🙂

SCOPRI ALTRI ARTICOLI
imparare a cucinare

Carlotta Lolli Chef

Mi chiamo Carlotta, sono nata a Marzo e amo la natura in tutte le sue forme. Lavoro come Chef a domiciliopreparo torte artigianali e “sforno” anche contenuti digitali per il mio blog o per le aziende.

Dal Blog

Ultimi articoli